Der Diener zweier Herren

Öffentliche Proben/Preview im Rahmen des Teatro Festival Parma vom 25. - 28. Mai 2005 im Teatro Farnese

"È dalla metà del diciottesimo secolo che l’Arlecchino tedesco, il personaggio comico di Hans Wurst, è stato bandito per sempre dalla scena germanica. Dopo ciò il teatro d’oltralpe non ha conosciuto che il lato "assenato" del commediografo – e la paura mortale della forma comica. L’età dei lumi ha condannato la comicità nella zona illegittima, accanto alla pornografia e all’esoterismo. Impossibile fino ad oggi per una compagnia teatrale seria voler far ridere sulla scena, quest’intento è stato ingiustamente giudicato esecrando. Il comico è esiliato ai programmi televisivi, dove dimora scioccamente, in modo indegno senza inspirazione e senza intelligenza. Ogni tentativo di riscopire lo spirito comico in teatro è punito con l’indifferenza o, peggio ancora, con attaci spietati da parte della stampa. Però Arlecchino-Truffaldino non smetterà di fare le sue apparizioni terroristiche e di seminare la confusione sui palche tedeschi, ivi incluso il respettabilissimo teatro municipale della vecchia città industriale di Wuppertal. L’impero totalitario al quale Arlecchino si oppone, quello della ragione, è divenuto invincibile, ma egli, intrepido continua ugualmente la lotta. E cerca degli alleati nel suo paese natale: per quattro giorni Christian von Treskow proverà il suo spettacolo nello spazio del Teatro Farnese, sperando di caricarsi dell’energia positiva di un pubblico interessato, venuto alla riscoperta della vecchia commedia goldoniana e del suo personaggio principale, indistruttibile servo di due padroni: Arlecchino.";;;"0

Fotos: Johannes Weigand